top of page

Incidente mortale: come ottenere il risarcimento del danno da perdita parentale

Perdere un familiare in un incidente stradale è un dolore immenso. Scopri come ottenere il risarcimento del danno da perdita parentale.

Incidente mortale

Perdere un familiare in un incidente mortale è un dolore immenso. 

A questo dolore si aggiunge spesso la complessità burocratica e legale per ottenere il risarcimento del danno da perdita parentale.

In questo articolo, faremo chiarezza su:

  • Chi ha diritto al risarcimento

  • Cosa fare per ottenere il risarcimento

  • Consigli pratici

Chi ha diritto al risarcimento?

Contrariamente a quanto si pensi, il diritto al risarcimento di un incidente mortale non è previsto solo per gli eredi (coniuge, figli e genitori) e per i conviventi. Possono infatti richiederlo anche:

  • Fratelli e sorelle, se conviventi o se dimostrano un rapporto affettivo intenso con la vittima.

  • Fidanzati e partner, anche se non conviventi, purché la loro relazione sia stabile e finalizzata alla costruzione di una famiglia.

Cosa fare per ottenere il risarcimento?

Ecco i passi da seguire:

  1. Inviare una richiesta all'assicurazione del responsabile del sinistro.

  2. Allegare la documentazione necessaria:

  • Certificato di morte

  • Stato di famiglia

  • Documentazione che comprova il rapporto di parentela o affettivo con la vittima (foto, lettere, etc.)

  • Eventuali spese mediche e funerarie

  1. Farsi assistere da un esperto in infortunistica stradale. Uno specialista può aiutarti a:

  • Valutare il caso e quantificare il danno

  • Compilare la richiesta di risarcimento

  • Negoziare con l'assicurazione

  • Avviare un'azione legale se necessario

Consigli pratici:

  • Agisci tempestivamente: la richiesta di risarcimento deve essere inviata all'assicurazione entro 3 anni dall'incidente.

  • Raccogli le prove: foto, video, testimoni e verbali delle autorità possono essere utili per dimostrare la dinamica dell'incidente e la responsabilità del conducente.

  • Non accettare transazioni al ribasso: l'assicurazione potrebbe cercare di chiudere la pratica con un risarcimento non adeguato. Affidati a uno studio specializzato per ottenere il massimo dalla tua polizza.

Ricorda:

  • Hai diritto al risarcimento del danno anche se non sei convivente con la vittima.

  • La legge è dalla tua parte: non aver paura di chiedere il risarcimento che ti spetta.

  • Un patrocinatore esperto può aiutarti a ottenere il massimo dall' assicurazione.

In questo articolo abbiamo fornito solo alcune informazioni generali. Per avere una consulenza personalizzata sul tuo caso, contatta un esperto in infortunistica stradale, cerca la filiale più vicina: https://www.infortunisticaconsulting.com/contatti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page