• I.Consulting

Allo STOP bisogna fermarsi anche se non arrivano macchine?

Aggiornato il: lug 2


La differenza tra la segnaletica del dare la precedenza e lo stop

Il segnale di stop è da rispettare anche se la strada è libera e chi non lo fa risulta responsabile dell’eventuale incidente stradale.

Se si attraversa un incrocio regolato dal segnale di Stop senza arrestate completamente il veicolo in quanto la strada sembra sgombra, ma in realtà si rimane coinvolti in un incidente stradale, forse perché l'altro veicolo procedeva ad alta velocità si può ottenere il risarcimento del danno?

Se dovessi far causa alla tua assicurazione che non vuol risarcirti, avresti qualche possibilità di vittoria?

Oppure, anche a voler ammettere che ti dovevi arrestare in presenza del cartello stradale con il triangolo rosso dello stop, è possibile quantomeno reclamare un concorso di colpa?


I nostri specialisti di Infortunistica Stradale ci spiegano di seguito cosa prevede la legge e, soprattutto, cosa ha detto in passato la Cassazione in merito a tale dinamica di sinistro.


Come sempre succede, da un caso pratico si arriva all'affermazione di un principio giuridico rivolto a spiegare a tutti come si interpreta la legge, in questo caso il codice della strada.

Le ragioni che hanno portato i giudici a spiegare se allo stop bisogna fermarsi anche se non arrivano macchine sono facilmente condivisibili e difficilmente potrebbero essere contraddette.

Partiamo da un dato di fatto:

Se, a uno stop, non si vedono altre auto sopraggiungere dalle altre direzioni e poi, d’un tratto, si materializza una macchina, è probabilmente perché quest’ultima sta viaggiando con un eccesso di velocità.

Se così non fosse e lo stop dovesse essere, ad esempio, in corrispondenza di una curva o di un tratto di strada ove la visibilità è scarsa, non ci sarebbero dubbi sul fatto che chi ha lo stop deve comunque fermarsi e accertarsi che non vi siano pericoli; insomma, ha sempre torto e non può ottenere il risarcimento del danno.


E se l'altro sta viaggiando ad una velocità elevata?

Se invece il veicolo che prosegue sulla strada principale sta viaggiando a velocità elevata, tanto da apparire sul più bello, c’è da chiedersi se si possa parlare di un concorso di colpa con quello che non si è fermato allo stop o se, invece, quest’ultimo ha il 100% della colpa, essendo comunque tenuto ad arrestarsi al segnale.


A riguardo, come già precisato in passato dalla Cassazione, il segnale di stop pone a carico dei conducenti dei veicoli l’obbligo di arrestare sempre e comunque la marcia, anche se la strada nella quale intendono confluire è sgombra da veicoli.


Ne consegue secondo i periti di Infortunistica Stradale, che un incidente stradale è da imputare esclusivamente al comportamento colpevole del conducente che ha omesso di rispettare il cartello di stop e non ci può essere alcuna presunzione di concorso di colpa.

La differenza con il cartello di dare la precedenza in questo è evidente: in tale caso infatti ci si deve fermare solo se sopraggiungono altre auto mentre se la strada è libera si può passare direttamente senza bloccare la marcia

#segnaledistop #precedenza #mancataprecedenza

​​​​© 2018 by Infortunistica Consulting S.r.l. - I.CON - PIVA 01479250290

Infortunistica Rovigo

Connettiti a Noi

  • Facebook nero tondo
  • Twitter Round nero
  • Google+ rotonda nera
  • LinkedIn nero tondo
  • Instagram - Black Circle