top of page

Incidente stradale mentre ti rechi o torni dal lavoro.

Incidente stradale, una caduta o altro, forse non tutti sanno che a determinate condizioni, eventi come questi possono essere coperti dall’assicurazione INAIL, che interviene a copertura dei periodi di non lavoro dovuti alle conseguenze fisiche dell’infortunio.

Infortunio in itinere?

Si definisce “in itinere” l’infortunio in cui il lavoratore incorra durante il “normale tragitto”:

  1. andata e ritorno casa/lavoro;

  2. che collega due luoghi di lavoro, in caso di lavoratore con più luoghi di lavoro;

  3. andata e ritorno dal luogo di lavoro a quello di consumazione abituale dei pasti, ove non ci sia una mensa aziendale.

Questo infortunio viene riconosciuto dall’ INAIL come incidente sul lavoro.

Perché sia considerato infortunio “in itinere” occorre che il tragitto casa/lavoro sia quello più breve e diretto possibile salvo eventuali deviazioni e/o interruzioni dovute a causa di forza maggiore come ad esempio traffico, incidenti, lavori stradali in corso, ecc.


E' riconosciuto l'infortunio in itinere con auto privata?

Secondo i nostri esperti di infortunistica stradale, l’uso del mezzo privato può considerarsi indispensabile solo qualora sia verificata la presenza di almeno una delle seguenti condizioni:

  1. il mezzo è fornito o prescritto dal datore di lavoro per esigenze lavorative;

  2. il luogo di lavoro è irraggiungibile con i mezzi pubblici oppure è raggiungibile ma non in tempo utile rispetto al turno di lavoro;

  3. i mezzi pubblici obbligano ad attese eccessivamente lunghe;

  4. i mezzi pubblici comportano un rilevante dispendio di tempo rispetto all’utilizzo del mezzo privato;

  5. la distanza della più vicina fermata del mezzo pubblico, dal luogo di abitazione o dal luogo di lavoro, deve essere percorsa a piedi ed è eccessivamente lunga.

Nota bene:

Non sono indennizzati gli infortuni direttamente causati dall’ abuso di sostanze alcoliche e di psicofarmaci, dall’uso non terapeutico di stupefacenti e allucinogeni, nonché dalla mancanza del titolo di abilitazione alla guida da parte del conducente o violazione del codice della strada da parte del conducente.


Cosa fare in caso di infortunio in itinere?

Al verificarsi dell’infortunio “in itinere” il lavoratore deve informare immediatamente il datore di lavoro.

Il dipendente dovrà poi sottoporsi a visita medica presso il più vicino Pronto Soccorso e fornire all’azienda il certificato medico di infortunio.

Se trattasi di infortunio in itinere causato da incidente stradale, al fine di reperire i dati richiesti nella denuncia INAIL, è utile che il lavoratore fornisca copia della contestazione amichevole e / o il verbale dell’autorità di pubblica sicurezza intervenuta.

Per rimanere sempre aggiornato vai alla nostra pagina: News & Aggiornamenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page