Incidenti mortali o con lesioni gravi.

Aggiornamento: 11 apr

Gestire un incidente grave comporta molti passaggi cruciali e sbagliarne anche solo uno può comportare una riduzione del risarcimento.

Gestire con successo un risarcimento danni derivante da incidente stradale, considerati i vari interventi normativi e giurisprudenziali, oggi più che mai presuppone una specializzazione specifica nel settore.

Questo risulta ancora più importante in casi di incidenti con persone che subiscono gravi lesioni personali o addirittura nei casi di decesso.


Se un parente o una persona molto vicina ha perso la vita in sinistro stradale mortale (leggi il nostro approfondimento), sconvolgendo non solo la vita dei propri cari ma anche quella dei familiari, la legge prevede il diritto al risarcimento del danno morale ed esistenziale, per ciascun familiare.

In questi casi, il risarcimento del danno totale è composto dalla somma del danno non patrimoniale (danno morale, alla salute proprio e danno alla salute ereditario) e dei singoli risarcimenti spettanti a ciascun parente.


Danni morali

​Altrimenti definiti come danni da perdita parentale:

sono i danni derivanti dalla sofferenza e dal turbamento sopportati dai congiunti in seguito alla morte della vittima.

Danni patrimoniali

​I danni patrimoniali, secondo il combinato disposto degli art. 1223 e 2056 c.c., includono il danno emergente e il lucro cessante.

Spettano ai congiunti della vittima quando dal fatto illecito altrui, che ha determinato la morte, ne siano conseguite perdite economiche di cui già beneficiavano o delle quali si sarebbero serviti in futuro.

Tutte le nostre sedi offrono una consulenza gratuita, senza limiti di tempo, capace di garantire un quadro generale della tua pratica di risarcimento e valutare l'importo stimato del risarcimento danni che ti spetta di diritto.

26 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti