top of page

Risarcimento danni da maltempo

Il maltempo che ha duramente colpito in questi giorni ha avuto effetti devastanti sul nostro territorio, che di per se risulta già molto fragile e soggetto a dissesti idrogeologici.

risarcimento danni maltempo

Risarcimento danni maltempo: introduzione

Negli ultimi anni i fenomeni atmosferici sono sempre più violenti oltre che imprevedibili.

I cittadini che hanno subito gravi danni economici e non possono essere risarciti?


Il codice civile:

Citando il codice civile, nello specifico l'art. 2051 si evidenzia che “ciascuno è responsabile del danno cagionato dalle cose che ha in custodia, salvo che provi il caso fortuito”.

Questo significa che le amministrazioni pubbliche sono chiamate a salvaguardare tutto ciò che è di loro pertinenza:


• gli aerodromi

• gli acquedotti

• gli immobili con valore storico, archeologico e artistico

• lido del mare

• la spiaggia

• i porti

• i fiumi

• i torrenti

• i laghi e le altre acque definite pubbliche


Il caso fortuito:

  1. Quali sono quindi gli eventi atmosferici rientranti nella casistica del “caso fortuito”?

  2. L'Ente può essere considerato responsabile del danno cagionato da calamità naturali apparentemente imprevedibili?

I nostri professionisti del risarcimento danni maltempo specializzati in Infortunistica Stradale spiegano che tutti gli Enti sono responsabili se non adempiono agli obblighi di manutenzione, pulizia, gestione delle strade, degli impianti idrici, degli alvei dei fiumi.

Tuttavia se l'Ente in questione dimostra che il danno non poteva essere evitato in quanto definito calamità naturale, i danneggiati non hanno diritto ad alcun tipo di risarcimento.


Come chiedere il risarcimento?

Secondo i nostri esperti nella materia di Infortunistica, spetta al danneggiato, in quanto richiedente del rimborso, dimostrare che la responsabilità ricade direttamente sull'Ente pubblico, raccogliendo tutta la documentazione del caso per dimostrare, con prove certe, quali sono le proprie ragioni e motivazioni della richiesta di rimborso dei danni subiti.

Ci si deve quindi munire dei seguenti documenti:

  1. • foto o video del danno subito,

  2. • produrre perizie, preventivi, ricevute di pagamento che quantifichino i danni patiti,

  3. • affidarsi ad un esperto nella materia di risarcimento, al fine di far valere tutti i tuoi diritti per dimostrare che i danni potevano essere evitati se il custode avesse provveduto alla corretta manutenzione.

consulenza risarcimento danni maltempo

Per rimanere aggiornato vai alla nostra pagina:




Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page