Debiti con la banca: prima si pagano gli interessi, poi il capitale

Nel caso di scoperto con la banca, come ad esempio per il conto corrente affidato dove il fido sia stato tutto utilizzato, i successivi versamenti del correntista vanno a coprire prima gli interessi e poi il capitale.
 
Tutte le volte in cui si ripiana un debito e lo si fa con pagamenti frazionati, gli acconti versati si considerano, per legge , prima volti a coprire gli interessi e solo dopo il capitale; questo discorso vale anche con le banche che, legittimamente, quindi, possono trattenere i soldi versati dal correntista innanzitutto per ripianare gli interessi moratori e solo dopo il capitale prestato. È quanto chiarito dalla Cassazione con una recente sentenza [2].
 
Il caso è piuttosto ricorrente: il correntista chiede un prestito alla propria banca, magari accedendo a un affidamento (o “fido” come spesso viene chiamato); tuttavia ne supera la soglia, così divenendo debitore per gli importi che abbiano oltrepassato la linea di affidamento. In questi casi, tutti i successivi versamenti sul conto effettuati dal correntista sono considerati come pagamenti degli interessi e, solo una volta estinta questa parte del debito, si possono imputare al capitale. Il tutto salvo diverso accordo con la banca.
 
Il codice civile, infatti, stabilisce che il debitore non può imputare il pagamento al capitale, piuttosto che agli interessi e alle spese, senza il consenso del creditore. Il pagamento fatto in conto di capitale e d’interessi deve essere imputato, quindi, prima agli interessi.
 
L’applicazione di questo principio ha un effetto pratico determinante proprio nel caso di affidamento bancario. Se i versamenti del correntista si considerano prima volti a ripianare gli interessi, la linea di credito del fido non potrà considerarsi “ripristinata” se non dopo il loro completo pagamento. Quindi, il correntista non potrà, prima di tale momento, usare nuove linee di credito poiché vi è ancora uno scoperto sul fido. Solo una volta completato il pagamento degli interessi, i successivi versamenti sul conto si considerano ripristinatori del capitale e, quindi, delle linee di fido utilizzate. Dunque, da tale momento in poi, si potrà riutilizzare l’affidamento messo a disposizione dalla banca.
- See more at:http://www.infortunisticaconsulting.com/

 

Please reload

Post Rilevanti

Infortunistica stradale e risarcimento danni.

28/05/2020

1/10
Please reload

Post Recenti

24/12/2019

Please reload

Archivio
Please reload

Seguici
  • Facebook nero tondo
  • Twitter Round nero
  • Google+ rotonda nera
  • LinkedIn nero tondo

​​​​© 2018 by Infortunistica Consulting S.r.l. - I.CON - PIVA 01479250290

Infortunistica Rovigo

Connettiti a Noi

  • Facebook nero tondo
  • Twitter Round nero
  • Google+ rotonda nera
  • LinkedIn nero tondo
  • Instagram - Black Circle