Green Pass 2022, dove è obbligatorio

Dal 10 Gennaio, fino al 15 Giugno 2022, scattano le nuove regole contro la diffusione del #Covid19 .

Il #Greenpass anche per l’utilizzo dei mezzi di trasporto

Da oggi le nuove regole contro la diffusione del #Covid.

Certo non è facile orientarsi tra la selva di decreti, norme e divieti.

Disposizioni che entrano in vigore in date differenti, per cui fare confusione è un attimo.


Il Decreto:

Il decreto emanato alla fine dell’anno appena terminato prevede che dal 10 gennaio 2022 fino alla cessazione dello stato di emergenza epidemiologica da Covid-19, è consentito esclusivamente ai soggetti in possesso delle certificazioni verdi l'accesso ai seguenti servizi e attività: alberghi e altre strutture recettive nonché ai servizi di ristorazione prestati all'interno degli stessi anche se riservati ai clienti ivi alloggiati.

Sagre e fiere, convegni e congressi; feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose.


Il Green pass sarà richiesto anche per l’utilizzo dei mezzi di trasporto e per l’accesso e l’utilizzo dei seguenti servizi e attività: impianti di risalita con finalità turistico-commerciale, anche se ubicati in comprensori sciistici; servizi di ristorazione all’aperto; piscine, centri natatori, sport di squadra e di contatto, centri benessere per le attività all'aperto; centri culturali, centri sociali e ricreativi per le attività all'aperto.


Inoltre, sempre dal 10 gennaio 2022 è previsto che in zona bianca, l’accesso agli eventi e alle competizioni è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di una delle certificazioni verdi Covid-19 e la capienza consentita non può essere superiore al 50 per cento all’aperto e al 35 per cento al chiuso rispetto a quella massima autorizzata (per le partite di calcio di Serie A è stato deciso che per due domeniche la capienza massima sarà di 5mila spettatori).


Quarantena e isolamento:

Il decreto disciplina anche la misura della quarantena precauzionale disponendo che non si applichi a coloro che, nei 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario o dalla guarigione o successivamente alla somministrazione della dose di richiamo, hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al Covid.

Tali soggetti sono obbligati di indossare dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo Ffp2 fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto con soggetti confermati positivi al Covid-19 e di effettuare un test antigenico rapido o molecolare per la rilevazione dell'antigene Sars-Cov-2 alla prima comparsa dei sintomi e, se ancora sintomatici, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto.

La disposizione deve essere applicata anche alle persone sottoposte alla misura della quarantena precauzionale alla data di entrata in vigore del decreto.

Per rimanere aggiornato sulle novità del Codice della strada vai alla nostra pagina:

News & Aggiornamenti

15 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti