Bollo auto e moto: arriva il condono

Con il Decreto Sostegni bis del 2021, arriva il condono del bollo auto o moto, un provvedimento che permetterà a moltissimi cittadini italiani di procedere con l’annullamento totale o parziale dei debiti inferiori ai 5.000 euro.

Nella sanatoria è inclusa in particolare anche la cancellazione del pagamento del bollo auto e moto, oltre che alcune delle tasse più comuni tra cui la TARI, l’IMU o ancora l’IRPEF.

Per evitare di pagare il bollo auto è necessario tuttavia soddisfare determinati requisiti: innanzitutto la cartella esattoriale deve essere stata affidata all’Agenzia delle entrate nel periodo che intercorre tra il primo gennaio 2000 e il 31 dicembre 2010.

Deve inoltre essere stata iscritta a ruolo in data 23 marzo 2021:

(lo scorso 20 agosto, infatti, l’Agenzia delle Entrate Riscossione ha trasmesso l’elenco dei codici fiscali dei contribuenti potenzialmente interessati, secondo i dati incrociati presenti nel suo sistema informativo)

Infine, il beneficiario, sia esso persona fisica o giuridica, deve aver avuto un reddito non superiore a 30.000 euro nell’anno 2019.


Le tempistiche

Come già scritto, il primo passaggio che ha portato allo stralcio delle cartelle esattoriali è avvenuto il 20 agosto con l’Agenzia di riscossione che ha trasmesso all’Agenzia delle Entrate l’elenco dei codici fiscali dei contribuenti.

La seconda fase sarà quella del saldo dei debiti che dovrà avvenire entro il 30 settembre.

Entro il 31 ottobre inoltre l’Agenzia di Riscossione dovrà procedere con la cancellazione d’ufficio dei ruoli, mentre la notifica dell’annullamento delle cartelle dovrà avvenire entro il 30 novembre.

Dal primo dicembre sarà possibile verificare se la cancellazione del debito è andata a buon fine.

13 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti