Autocertificazione Natale 2020 scaricabile da Smartphone


Il decreto Natale 2020

Con l’ingresso dell’Italia in zona rossa a partire dal 24 Dicembre 2020, il governo sancisce il divieto agli spostamenti tra comuni e rimette in campo il modulo per l’autocertificazione, che abbiamo ormai imparato a conoscere a partire dal primo lockdown di Marzo 2020.


Modulo autocertificazione Natale 2020 in PDF

Il modulo autocertificazione natale 2020 in PDF permette di indicare, come in precedenza, se ci stiamo spostando per motivi di salute, lavoro o necessità (come ad esempio il rientro presso il nostro domicilio, la nostra residenza, la visita ad un amico e così via).


Qui il modulo autocertificazione Natale 2020 da compilare anche da Smartphone


Il modulo deve quindi essere stampato e compilato a casa, anche se tutte le pattuglie delle forze di polizia avranno a disposizione delle copie extra. I controlli verranno fatti a campione e chi non riuscirà a dimostrare il motivo indicato nell’autocertificazione sarà soggetto a sanzioni.


Le regole del Decreto Natale 2020

Le regole previste dal governo per il Natale, infatti, impongono che nei giorni festivi e prefestivi non ci si possa allontanare dalla propria abitazione, proprio come avvenuto finora nelle zone rosse. Sono però previste alcune deroghe, ad esempio per fare visita (massimo in due) a un parente o amico o per raggiungere le seconde case, purché si trovino all’interno della propria Regione. Nei giorni lavorativi, invece, cioè 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio, saranno valide le regole della zona arancione: libertà di movimento dentro al proprio comune, autocertificazione per tutti gli altri spostamenti.


Ecco tutte le misure introdotte dal decreto-legge 172/2020 per Natale e Capodanno:


  • Dal 21 dicembre al 6 gennaio

Sono vietati tutti gli spostamenti tra regioni e da/per le province autonome di Bolzano e Trento, salvo che per rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione.

Non è possibile raggiungere le seconde case situate fuori regione.

  • Nelle giornate del 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020, 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021

Sono vietati tutti gli spostamenti, sia all’interno del proprio Comune che tra Comuni, Regioni e province autonome.

È consentito spostarsi solo per motivi di lavoro, salute, necessità e per rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione.

  • Deroghe al divieto di spostamento dal 24 al 27 dicembre, dal 31 dicembre al 3 gennaio e dal 5 al 6 gennaio

– Dalle ore 5:00 alle ore 22:00 è consentito far visita ai propri parenti o agli amici, all’interno della propria Regione, una sola volta al giorno e presso una sola abitazione, in massimo 2 persone, eventualmente accompagnate da figli minori di 14 anni e persone disabili o non autosufficienti conviventi;

– È consentita l’attività motoria nei pressi della propria abitazione;

– L’attività sportiva è permessa all’aperto, ma solo in forma individuale.

  • Nelle giornate del 28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021

È possibile spostarsi all’interno del proprio Comune dalle 5.00 alle 22.00. Sono vietati gli spostamenti verso altri Comuni, Regioni e province autonome, salvo che per rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione.

  • Deroghe al divieto di spostamento dal 28 al 30 dicembre e il 4 gennaio

– Dalle ore 5.00 alle ore 22.00 è consentito lo spostamento dai Comuni fino a 5mila abitanti verso altre località situate entro 30 Km di distanza, eccetto che verso i Comuni capoluoghi di provincia;

– Dalle ore 5.00 alle ore 22.00 è possibile recarsi a fare visita ad amici e parenti all’interno della propria regione, in massimo 2 persone, una volta al giorno e presso una sola abitazione. È consentito portare con se figli minori di 14 anni e persone conviventi con disabilità o non autosufficienti, che sono esclusi dal conteggio.

  • Chiusura negozi, centri estetici, bar e ristoranti dal 24 al 27 dicembre, dal 31 dicembre al 3 gennaio e dal 5 al 6 gennaio

Possono effettuare solo attività di ristorazione con asporto, fino alle 22.00, e consegne a domicilio, senza limiti di orario.

  • Apertura supermercati, farmacie e altre attività dal 24 al 27 dicembre, dal 31 dicembre al 3 gennaio e dal 5 al 6 gennaio

Possono restare aperti supermercati, negozi di beni alimentari e prima necessità, farmacie e parafarmacie, librerie, edicole, tabaccherie, lavanderie, parrucchieri, barbieri e altre attività indicate negli allegati 23 e 24 del Dpcm 3 dicembre 2020.

  • Chiusura Bar e Ristoranti dal 28 al 30 dicembre e il 4 gennaio

Possono effettuare solo attività di ristorazione con asporto, fino alle ore 22.00, e con consegna a domicilio, senza restrizioni di orario.

  • Apertura Negozi dal 28 al 30 dicembre e il 4 gennaio

Tutti i negozi possono restare aperti fino alle ore 21.00.

  • Nuovo bonus per le attività di ristorazione

E' riconosciuto un contributo a fondo perduto per sostenere gli operatori economici colpiti dagli effetti delle disposizioni anti contagio da Covid, erogato a favore di coloro che hanno già beneficiato del contributo concesso dal decreto Rilancio e non lo hanno restituito.


In sostanza, dunque, nei giorni festivi e prefestivi compresi tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennaio 2021 si applicano, su tutto il territorio nazionale, le misure previste dal Dpcm 3 dicembre 2020 per le cosiddette zone rosse. Nei giorni 28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021, invece, su tutto il territorio nazionale sono applicate le misure prevista dal Dpcm 3 dicembre per le c.d. zone arancioni. In entrambi i casi le disposizioni sono valide salvo deroghe ed eccezioni indicate nel decreto-legge 18 dicembre 2020, n. 172.

32 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti