• http://www.infortunisticaconsulting.com/

A scuola di sicurezza nella provincia di rovigo


Dopo la premiazione di ieri dedicata ai bambini delle Scuole dell’Infanzia e primarie, oggi, 20 maggio presso il centro Commerciale La Fattoria, i protagonisti sono stati i ragazzi delle scuole secondarie.

Una festa bellissima, carica di emozioni e di allegria, ma tutta incentrata su un concetto fondamentale: l’importanza delle regole e il valore di progetti di sensibilizzazione come Vado Sicuro, che danno un contributo all’educazione stradale e alla crescita dei ragazzi come cittadini responsabili e attenti.

Alcuni insegnanti hanno pensato di coinvolgere i ragazzi nella costruzione di una presentazione multimediale, cogliendo l’occasione di Vado Sicuro per far lavorare insieme le classi. È il caso dell’IPSIA Enzo Bari di Badia Polesine, dell’IPSIA Colombo di Porto Tolle, ma anche di scuole medie come quella di Lendinara, Badia, Grignano: i ragazzi hanno “giocato” con gli strumenti multimediali, producendo lavori sul concetto di sicurezza e di regola.

I ragazzi - spiega il Prof. Ferrari – hanno effettuato ricostruzioni di situazioni reali, cercando soprattutto di comprendere i fattori di rischio e di approfondire gli aspetti emozionali che spesso sottendono agli incidenti stradali.

E c’è anche chi ha presentato bellissimi disegni, come l’ISA di Castelmassa o chi si è cimentato in racconti, poesie e testi rap, come i ragazzi della Scuola Secondaria di Primo Grado di Grignano Polesine.

Impossibile citarle tutte, ma colpisce l’impegno che gli insegnanti hanno messo come sempre nel progetto: è un segnale che Vado Sicuro viene apprezzato come valido strumento per fare educazione stradale e che l’educazione stradale viene considerata una “materia” fondamentale a scuola,

L’educazione stradale - sottolinea il Presidente della Provincia di Rovigo Marco Trombini - può dare un grandissimo contributo alla formazione della consapevolezza della norma come valore etico - civile, alla costruzione dell’autonomia e del senso di responsabilità, al rispetto e solidarietà come stile di vita. Il nostro territorio si batte da molti anni per il perseguimento di questo obiettivo e gli insegnanti in questo processo un ruolo fondamentale, perché la prevenzione dei comportamenti a rischio e l’acquisizione delle regole iniziano dai primi anni di vita e costituiscono un elemento fondamentale nei processi formativi della personalità di bambini e ragazzi.

Al fianco della Provincia di Rovigo c’è, ormai da 9 edizioni, Adriatic LNG, la società che gestisce il terminale di rigassificazione collocato al largo delle coste venete, che da tempo contribuisce a realizzare e valorizzare iniziative sportive, culturali ed educative in Polesine. Adriano Gambetta, responsabile della Base di Terra di Adriatic LNG afferma: “Come azienda integrata nel territorio, siamo da sempre impegnati nel sostenere iniziative promosse dalle istituzioni e associazioni locali che rispecchino i nostri valori aziendali: la sicurezza è la nostra priorità e cerchiamo di promuoverla anche all’esterno della nostra Società attraverso progetti rivolti ai giovani. Il crescente successo di Vado Sicuro, a cui ogni anno partecipano migliaia di ragazzi, testimonia il forte valore sociale di questo progetto che mira a educare i giovani cittadini del Polesine attraverso prevenzione, formazione e informazione. “Vado Sicuro” in questi nove anni ha ben rappresentato l’impegno di Adriatic LNG per la divulgazione della cultura della sicurezza, coinvolgendo le autorità, le Forze dell’Ordine, le scuole, le famiglie… protagonisti, insieme a noi, di un progetto utile per tutta la comunità che anche quest’anno ha ricevuto il plauso della Presidenza del Senato e della Camera dei Deputati”. A sostenere Vado Sicuro e ad applaudire i ragazzi e gli insegnanti c’erano proprio tutti: Giovanni Rossi, Consigliere Provincia di Rovigo, Ezio Conchi, Vice Sindaco Comune di Rovigo, Cristina Rizzi, Consigliere delegato alla cultura e all’istruzione e al turismo del Comune di Trecenta, Claudio Silvestrin e Alberto Toffanin, Polizia Stradale per il Veneto - Sezione di Rovigo – Ispettore Superiore Sups, Cap. Riccardo Cremone, Guardia di Finanza Comandante Compagnia di Rovigo, Capitano Nicola Digesare, Carabinieri – Comando provinciale di Rovigo, Giovanni Tesoro, Comandante Polizia Locale Rovigo, Antonio Argenziano, Ufficio Motorizzazione Civile di Verona, Sezione di ROVIGO, Lorenza Gallo, Dipartimento di Prevenzione - Azienda ULSS 18 Rovigo, Andrea Finessi, Dipartimento di Prevenzione - Azienda ULSS 19 Adria, Marco Cavallaro, Direttore Centro Commerciale La Fattoria, Ferdinando Pezzuolo e Paolo Zennaro, Rovigo Banca, Mario Contato, Coordinamento Antares, Alessandro Bozzolan, Pilota e istruttore di Guida Sicura oggi impegnato con infortunisticaconsulting..

Difficile il compito di scegliere i lavori primi classificati: i ragazzi hanno infatti messo in moto tutta la loro creatività, realizzando lavori multimediali, opere grafiche, slogan, davvero belli, interessanti, profondi nel loro messaggio. Ma soprattutto sono usciti in strada, hanno scattato foto, hanno costruito storie e immagini giocando con gli strumenti multimediali.

Dicono alcuni studenti di classe seconda della Scuola Secondaria di primo grado A. Mario di Lendinara: Il nostro lavoro si è focalizzato su tre aspetti della sicurezza stradale che coinvolgono direttamente noi ragazzi e che, per le nostre abitudini e comportamenti, potrebbero influenzare anche il nostro futuro: la distanza di sicurezza, le distrazioni e l’uso di alcool o sostanze stupefacenti.

Molti sono i testi rap; anche quest’anno si poteva infatti partecipare al concorso anche con questo tipo di elaborati, una scelta fatta proprio per coinvolgere i giovani attraverso uno strumento di comunicazione a loro molto vicino. Solo un esempio, tra i tantissimi: gli studenti della classe II D della Scuola secondaria di primo grado di Grignano Polesine, nel loro testo intitolato Attenti sempre disattenti mai, hanno inserito questo ritornello: Attenti sempre disattenti mai/e così la tua vita risparmierai/Quando in strada vuoi andare attento devi stare/I cartelli rispettare e i limiti non oltrepassare/Se le regole non rispetti per te si mette male/perché vuol dire che hai bevuto o corso nella statale!!!

Un gruppo di ragazze della Scuola Media di Grignano ha anche preparato una esibizione ginnica, presentata oggi, costruita proprio per lanciare un messaggio sulla sicurezza stradale.

Ricordiamo che è allestita presso La Fattoria la mostra di parte dei lavori in concorso realizzati dalle scuole.

see more : http://www.infortunisticaconsulting.com/


1 visualizzazione

​​​​© 2018 by Infortunistica Consulting S.r.l. - I.CON - PIVA 01479250290

Infortunistica Rovigo

Connettiti a Noi

  • Facebook nero tondo
  • Twitter Round nero
  • Google+ rotonda nera
  • LinkedIn nero tondo
  • Instagram - Black Circle