• Infortunistica Consulting

Guida in stato di ebbrezza: etilometro, contestazione e ricorso


Alcoltest: per contestare i difetti e il non corretto funzionamento della strumentazione della polizia è necessaria una specifica prova.

Nel caso in cui il conducente venga fermato dalla pattuglia per di guida in stato di ebbrezza e, quindi, venga sottoposto al test mediante etilometro,in teoria può anche contestare gli accertamenti e la loro capacità di rilevare la presenza di alcol nel sangue. Ci potrebbero essere, infatti, difetti della strumentazione, oppure fattori che mettono in dubbio la correlazione tra la guida e lo stato di alterazione psico-fisica. Tuttavia, egli non si può limitare a una generica contestazione o a insinuare il semplice sospetto, non documentato, di un non corretto funzionamento dell’alcoltest. Egli, al contrario, è sempre tenuto a fornire una specifica prova di quello che afferma, ad esempio, dimostrando di aver assunto bevande alcoliche dopo la cessazione della guida, oppure che ci fosse un difetto degli strumenti di misurazione.

In definitiva, se l’accertamento del tasso alcolico è avvenuto nel rispetto delle forme e modi previsti dalla legge, spetta al conducente l’onere di provare le circostanze in grado di confutare la validità dell’accertamento.

- See more at: http://www.infortunisticaconsulting.com


0 visualizzazioni

​​​​© 2018 by Infortunistica Consulting S.r.l. - I.CON - PIVA 01479250290

Infortunistica Rovigo

Connettiti a Noi

  • Facebook nero tondo
  • Twitter Round nero
  • Google+ rotonda nera
  • LinkedIn nero tondo
  • Instagram - Black Circle