Anatocismo Bancario

 

L’anatocismo si verifica nell’ambito di operazioni pecuniarie di qualsiasi tipo, operazioni di prestito / finanziamento, dove la capitalizzazione degli interessi costituisce un meccanismo illecito atto a massimizzare i profitti del creditore a esclusivo danno della controparte, il debitore.

 

Così grave da costituire sostanzialmente il terreno sul quale si misura l’esistenza e la consumazione di un ben più grave fenomeno: l’usura, esponendo il debitore a un pericolo imminente, perché non comprende appieno le conseguenze disastrose cui va incontro.

 

Infortunistica Consulting è in grado di fornitore ai propri assistiti un quadro completo della propria situazione finanziaria intervendo nel caso in cui venga rilevato un caso di USURA dell'istituto bancario di riferimento.

Anatocismo Bancario: effetti e ripercussioni nelle aperture di credito

 

Il legislatore ha inteso porre dei limiti stringenti alla prassi anatocistica considerata come uno degli espedienti più subdoli per la consumazione del reato di usura.

Difatti l’anatocismo è la causa principale di:

 

  • Aumento dell’esposizione debitoria e dei saldi a debito del correntista;

  • Incremento delle commissioni di massimo scoperto

  • Applicazione tassi oltre fido

 

Si evince come l’anatocismo, derivante dalla capitalizzazione degli interessi tempo per tempo addebitati, sia la principale causa dell’aumento dell’esposizione debitoria, e conseguentemente dell’incremento dei costi.

Rapporti regolati in Conto Corrente

 

Secondo la lettera dell’art. 1852 cc, il conto corrente (art. 1823 cc) è lo strumento mediante il quale vengono utilizzati il deposito ex art. 1834 cc e l’apertura di credito exart. 1842 cc.


In entrambi i casi la banca calcola interessi a debito del proprio cliente.
In tale ambito è invalso presso il sistema bancario l’uso di calcolare gli interessi a scadenze periodiche (di norma trimestrali) e conseguentemente di addebitare gli interessi così determinati.

 

Mediante tale addebito si concreta la “capitalizzazione” dell’interesse, e quindi l’interesse divenuto capitale produce a sua volta interessi anatocistici che inficiano il saldo del rapporto regolato in conto corrente.


Tale uso secondo consolidata giurisprudenza (cfr Cass. Civ. Sent. n°21095/04) è negoziale e non normativo pertanto non è idoneo a legittimare l’anatocismo.

Rapporti a rimborso rateale
(mutuo, finanziamento, prestito, leasing)

 

L’anatocismo è una pratica utilizzata nell’ambito di tutti i rapporti bancari volta alla massimizzazione del profitto.

 

Tale prassi, sebbene vietata dall’Art. 1283 cc “anatocismo”, è praticata non solo nei rapporti regolati in conto corrente, ma anche nei rapporti a rimborso rateale quale il mutuo.

 

Per operare una preliminare verifica dell’anatocismo maturato nei rapporti di mutuo, prestito, finanziamento, leasing contatta infortunistica consulting cliccando qui.

​​​​© 2018 by Infortunistica Consulting S.r.l. - I.CON - PIVA 01479250290

Infortunistica Rovigo

Connettiti a Noi

  • Facebook nero tondo
  • Twitter Round nero
  • Google+ rotonda nera
  • LinkedIn nero tondo
  • Instagram - Black Circle